03.03 Week-end, il maltempo si sposta al Sud e poi FREDDO

Pubblicità
Il mio iltempo24.it
  • 03.03 Week-end, il maltempo si sposta al Sud e poi FREDDO
    03.03.2011 09:23

    Dopo alcune settimane di tempo stabile e soleggiato ad eccezione delle nebbie puntuali su pianure e coste ci eravamo abituati all'idea di un inverno sornione, quasi anestetizzato dagli effetti della Nina che senza scossoni avrebbe ceduto il passo ad una primavera anticipata.
    Ed invece proprio allo scadere del tempo a sua disposizione la stagione fredda ci sta ricordando di essere ancora ben viva con un ruggito che ha creato non poche difficoltà nelle ultime ore, specie sulle regioni centrali.

    SITUAZIONE - Un vortice depressionario con minimo sul Mar Tirreno staziona da alcuni giorni sulla nostra Penisola distribuiendo precipitazioni "a ventaglio" in primis sulle regioni centrali e in parte anche al Settentrione. Meno coinvolto dai fenomeni per il momento l'estremo Sud.

    COME MAI TANTA PIOGGIA E NEVE A BASSA QUOTA? - Questa depressione è supportata da aria più fredda in quota che tuttavia risulta isolata dalla circolazione generale e, bloccata ad ovest e ad est da zone di alta pressione, tende a rimanere quasi sul posto riproponendo i fenomeni sempre sulle stesse regioni.
    NEVE - Al Nord inoltre è attivo il richiamo di aria più fredda da nordest, ricordiamo ad esempio gli oltre 100 feriti per la forte Bora a Trieste, che ha determinato l'abbassamento del limite delle nevicate su Romagna e Marche dove mediamente si sono accumulati oltre 40 cm di neve già a partire dai 200m di quota. Purtroppo si sono registrate anche 4 vittime per incidenti e allagamenti.

    EVOLUZIONE - La struttura depressionaria che ci interessa da alcuni giorni tende lentamente a colmarsi e a spostarsi verso le regioni meridionali dove disturberà il tempo nella giornata di SABATO e in buona parte di quella di DOMENICA. Il Nord e successivamente il Centro tendono invece a cieli maggiormente sereni.

    FREDDO IN ARRIVO - Si conferma l'ipotesi di una nuova colata di aria fredda di origine continentale che prenderà il via a partire da domenica sera entrando sull'Italia nuovamente dalla Porta della Bora.
    Da LUNEDI' dunque avremo un nuovo brusco calo delle temperature con qualche nevicata fino a bassa quota lungo il versante Adriatico, al Sud e forse qualche fiocco anche sul Piemonte.
    Si tratterà invece di freddo secco sulle regioni più occidentali.
    Ne riparleremo comunque nel prossimo aggiornamento.

    • Pubblicità

    Autore: Simone Maio
WeatherPro
AMSI
MeteoEarth